PROGETTI EUROPEI


ANNO SCOLASTICO 2015/16

PROGETTO EUROPEO “ESTUDIAR Y TRABAJAR EN ESPAÑA”

 

Foto Web

Concorso di traduzione “Juvenes Translatores”

Il nostro Istituto partecipa al concorso di traduzione “Juvenes Translatores”, indetto dalla Commissione Europea, Direzione Generale della Traduzione. Tale prova si svolgerà giovedì 26 novembre p.v., dalle 10,00 alle 12,00, in tutta Europa.
Gli Studenti coinvolti, indicati in elenco…Circolare n 84

ANNO SCOLASTICO 2014/15

 

PROGETTO COMENIUS. Viajeras y viajeros, traductores y traductoras. Rutas y caminos que construyen Europa. Scambio culturale con la Francia

Ventiquattro Studenti del nostro Istituto sono coinvolti nello scambio con la Francia programmato all’interno del Progetto COMENIUS: “Viajeras y viajeros, traductores y traductoras. Rutas y caminos que construyen Europa”.
Affinché l’esperienza sia considerata positiva e poiché si tratta di vera e propria attività didattica, si pregano vivamente i Docenti delle classi interessate di non effettuare compiti in classe nel suddetto periodo…

Circolare n 406

 

 

Progetto Comenius. CONCORSO LETTERARIO

La SEZIONE INTERNAZIONALE AD OPZIONE SPAGNOLA, nel suo obiettivo di diffondere e promuovere la lingua e la cultura spagnola come stabilito nella normativa che la regola, INDICE il II CONCORSO.
Questo secondo Concorso, che tratta il tema del Viaggio, ogni tipo di viaggio (luoghi che visitiamo, reali, immaginari, letterari, città fantastiche, crescite interiori,…) si inserisce all’interno del Progetto Comenius 2013-2015 dal titolo “Viajeros, viajeras. Traductores, traductoras. Rutas y caminos que construyen Europa”.
Ogni tipo di viaggio, qualsiasi esso sia, come ogni nostra esperienza, merita di essere vissuto. Come dice Antonio Tabucchi nel suo libro VIAGGI E ALTRI VIAGGI: “Un luogo non è mai solo “quel” luogo: quel luogo siamo un po´ anche noi. In qualche modo, senza saperlo, ce lo portavamo dentro e un giorno per caso, ci siamo arrivati”.
Il bando scade il 10 maggio 2015.
Gli elaborati saranno consegnati al prof. Juan Luengo…

Circolare n 319

 

Progetto Comenius. CONCORSO DI FOTOGRAFIA

 All’interno del Progetto Comenius dal titolo “Viajeras y viajeros, traductores y traductoras: rutas y caminos que construyen Europa”, con l’obiettivo di coinvolgere il più ampio numero di Studenti possibile, insieme agli altri centri partecipanti a questo Partenariato Multilaterale (L’Istituto bilingue Miguel de Cervantes di Sofia, il Lycée Albert Camus in rappresentanza della Francia e il Liceo Luis Buñuel in rappresentanza della Spagna), indicono un concorso di fotografia.
Il tema da affrontare è IL SALENTO, sempre in relazione al titolo del Progetto.
Il bando scade il 10 maggio 2015.
Gli elaborati saranno consegnati direttamente al prof. Angelo Pulgarín…

Circolare n 318

PROGETTO LEONARDO

Il Liceo Capece  partecipa con altri 8 Istituti di Istruzione Secondaria Superiore al partenariato multilaterale ”Reach Out 3^ Edizione”, acronimo ROED3, progetto LEONARDO, con Istituto capofila l’IISS di Ceccano (FR  ) che favorisce la mobilità transnazionale Initial Vocational Training degli Studenti.

Il progetto assegna  al nostro Istituto 5 borse ad altrettanti Studenti che frequentano il III anno nell’a.s. 2013/2014 e che vogliano recarsi all’estero per un’esperienza lavorativa di 3 / 4 settimane che si svolgerà in lingua inglese.

La partenza avverrà tra settembre 2014 e maggio 2015.

I Paesi in cui si svolgerà tale esperienza sono :  Bulgaria (Sofia e Pazardzhik), Polonia (Varsavia), Turchia (Kahramanmaras), Spagna (Valencia, Salamanca), Portogallo (Barcelos), Francia (Montlucon), Gran Bretagna (Plymouth, Derry), Germania (Chemntz), Grecia (Atene), Finlandia (Hyuvinkaa).

A breve saranno resi noti i nomi degli Studenti che si sono aggiudicati il contributo europeo, comprendente volo A/R, accoglienza, vitto, alloggio, visite culturali.

Progetto LEONARDO “ROED3”

Si comunica che, in merito al Progetto in oggetto, gli Studenti Jacopo Spertingati (IV C Classico), M. Grazia Pedio e Ilaria Rillo (IV A Internazionale) saranno impegnati in uno stage lavorativo della durata di tre settimane a Sofia (BULGARIA); più precisamente, lo stage, che sarà riconosciuto come credito formativo, si svolgerà dall’1 marzo al 21 marzo p.v.
Gli Studenti sono da considerare presenti, trattandosi di attività promossa dalla scuola…Circolare n 219

Si comunica che, in merito al Progetto in oggetto, le Studentesse M. Chiara Maggio (IV A Linguistico EsaBac) e Alessia Messina (IV B Scientifico) saranno impegnate in uno stage lavorativo della durata di tre settimane a Moulins (FRANCIA); più precisamente, lo stage, che sarà riconosciuto come credito formativo, si svolgerà dall’8 marzo al 29 marzo p.v.
Le Studentesse sono da considerare presenti, trattandosi di attività promossa dalla scuola…Circolare n 220

 

PROGETTO LEONARDO ROED 3 – Stage lavorativo in Bulgaria e Francia

Si e’ concluso lo scorso mese di marzo il progetto Leonardo ROED 3,in partenariato con la scuola coordinatrice IIS di Ceccano (FR), che ha visto la partecipazione di 5 studenti del nostro Istituto, coordinati dalla prof.ssa Alemanno, ad una esperienza di lavoro all’estero. Tre di loro si sono recati a Sofia e due a Moulins.
Ecco alcuni commenti:
Tre settimane che lasciano il segno…..una nuova famiglia di cui ero un membro vero e proprio….ma soprattutto un lavoro che mi ha dato la possibilita’ di conoscere persone fantastiche, una squadra invidiabile, con cui ho organizzato un importante festival- (Alessia Messina, IV B Scientifico – Moulins)
La mia tutor, i miei colleghi, la mia famiglia e tutti coloro che mi sono stati vicini si sono sempre dimostrati aperti, comprensivi e gentili. E’ stata davvero un’esperienza positiva e costruttiva – (M.Chiara Maggio, IV A Linguistico EsaBac -Moulins)

-Le esperienze lavorative presso l’agenzia Bery Group e Alexander Tour ci hanno permesso di migliorare le nostre capacità linguistiche e soprattutto di maturare. L’ansia iniziale è stata spazzata via dalla cordialità e dalla gentilezza dei datori di lavoro e dello staff di Bulgaria Gateway, che ci hanno subito messo a nostro agio, aiutandoci a risolvere i nostri piccoli problemi. D’altronde, ritrovarsi in una capitale europea, a 17 anni, senza l’appoggio di amici e famiglia non capita tutti i giorni. Ci siamo goduti fino in fondo la magnifica Sofia, una città che ti rimane dentro, connubio perfetto tra tradizione e modernità, con monumenti spettacolari e paesaggi mozzafiato.
E’ un’esperienza che ci ha sicuramente cambiati- (Jacopo Spertingati, IV C Classico, Ilaria Rillo e M. Grazia Pedio, IV A Internazionale – Sofia)

 Screenshot_2015-04-13-22-59-38   foty  20150328_112612

 

 

 

 

Premio Nazionale 2014 Progetto eTwinning “Una obra de arte real e imaginaria”

 

logo Obra reallogo Obra imaginadalogo mostravirtuale

 

http://ficharealimaginada.wikispaces.com/

http://fichaimaginaria-obrareal.wikispaces.com/

http://mostra-virtuale-progetto-etwinning.wikispaces.com/

Si comunica che il Progetto eTwinning “Una obra de arte real e imaginaria” condotto dal prof. Angelo Pulgarín e dalle classi IV C e V C Internazionale insieme alla prof.ssa Amparo Primo e la “Escuela de Arte de Teruel” ha vinto il Premio Nazionale eTwinning 2014.

logo etwinningPremio nazionale

La cerimonia di premiazione si è svolta a Firenze il 16 dicembre sc.
Al prof. Angelo Pulgarín e alle classi interessate le più vive congratulazioni da parte di tutto il Liceo per l’importante risultato conseguito….

Circolare n 139

Il progetto eTwinning è stato scelto come progetto del mese da eTwinning Spagna e evidenziato sul sito come esempio di buone pratiche:
“Sottolineamo la buona pianificazione e il coordinamento tra i paesi partner e ci congratuliamo con i docenti per aver saputo suscitare negli studenti la motivazione, la creatività e soprattutto il valore del lavoro di squadra”

link: http://www.etwinning.es/es/proyectos/proyectos-destacados/931-una-obra-de-arte-real-e-imaginaria

 

 

 Progetto “Back to school” – 250 funzionari UE tra i banchi delle proprie scuole di origine

foto progetto

20141013_092340

20141013_113054

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grande interesse ha suscitato l’incontro delle classi quinte del Liceo Capece con la Dott.ssa Silvia Michelini, Head of Unit della Direzione Generale UE per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale , area Asia e Oceania, tenutosi il 13 ottobre u.s.

Il progetto, promosso dalla Commissione Europea durante il semestre di presidenza italiana dell’UE, vede 250 funzionari italiani delle istituzioni europee recarsi nelle scuole in cui hanno studiato per dialogare con Studenti e Docenti sull’Unione Europea, le sue funzioni, le principali politiche da essa attuate e le opportunità di studio e di lavoro per gli Studenti.

Con competenza, professionalità e simpatia la dott.ssa Michelini ha catturato l’attenzione del pubblico presente proponendo brevi video, slide e quiz che hanno reso l’iniziativa coinvolgente e molto apprezzata; particolarmente interessanti i riferimenti alle possibilità di lavoro presso le istituzioni UE ed al nuovo programma di mobilità internazionale “Erasmus+”.

 

 

 

PROGETTO COMENIUS

Viajeras y viajeros, traductores y traductoras. Rutas y caminos que construyen Europa.

Così come programmato all’interno del Progetto Comenius il cui titolo è “Viajeras y viajeros, traductores y traductoras. Rutas y caminos que construyen Europa”, il nostro Liceo, e più precisamente gli alunni delle classi IV dell’Indirizzo Internazionale, dal 28 maggio al 2 giugno 2014 hanno accolto un gruppo di 36 alunni stranieri, 12 per ogni liceo partecipante a questo Partenariato Multilaterale (L’Istituto bilingue Miguel de Cervantes di Sofia, in rappresentanza della Bulgaria, il Lycée Albert Camus in rappresentanza della Francia e il Liceo Luis Buñuel in rappresentanza della Spagna).

Durante questi sei giorni si sono programmate e realizzate diverse attività che hanno favorito un confronto e un arricchimento mutuo.

FILE 1.Circolare attività 29 mayo 2014

FILE 2.Circolare n 389

FILE 3.Circolare n 395

Inoltre, e sempre all’interno di questo progetto, dall’ 8 al 13 di ottobre 2014 dodici dei nostri alunni si sono recati a Sofia dove, grazie al lavoro e all’ entusiasmo dei nostri partner bulgari, hanno potuto conoscere meglio la cultura e le tradizioni di un Paese che spesso ci sembra così lontano ma che in realtà ci è così vicino.

 

 

Scambio culturale con la Bulgaria dall’8/10/2014 al 13/10/2014

Dodici Studenti del nostro Istituto sono coinvolti nello scambio con la Bulgaria programmato all’interno del Progetto COMENIUS: Viajeras y viajeros, traductores y traductoras. Rutas y caminos que construyen Europa.
Affinché l’esperienza sia considerata positiva e poiché si tratta di vera e propria attività didattica…..

FILE 4. Circolare n 31

 

 

ANNO SCOLASTICO 2013/14

Comenius MIA (Mobilità Individuale Alunni)

Il 5 settembre 2013 due nostre Studentesse di quarto anno dell’Indirizzo Internazionale Spagnolo, Marta Carrozzo e Chiara Romano, sono partite per frequentare, per tre mesi, il Liceo Spagnolo “Luis Buñuel” di Neuilly Sur Seine; due Studenti provenienti dallo stesso Liceo, Pepa Barallobre Fernández e Stéphane Mahfoud Argüelles,  sono ospiti del nostro “Francesca Capece”, per lo stesso periodo di tempo. L’esperienza si concluderà a metà dicembre 2013.

L’idea di intraprendere quest’avventura, portata avanti dalle Docenti Fabrizia Alemanno ed Estrella Altuzarra, è stata prospettata ai Licei partner del progetto Comenius “No me llames extranjero”. Textos que borran fronteras, programma conclusosi nel giugno 2013. Il Liceo Spagnolo “Luis Buñuel”  ha accettato la proposta di scambio di alunni.

Il lavoro di preparazione non è stato facile, infatti per ogni Studente bisogna compilare ben 15 documenti, ma la soddisfazione per come stanno andando le cose ripaga di ogni fatica; siamo infatti consapevoli della necessità di favorire una cittadinanza europea concreta e migliore.

Comenius MIA e Biblioteca

Da sinistra a destra, Marta Carrozzo, Stéphane Mahfoud Argüelles, Pepa Barallobre Fernández e Chiara Romano.

Leggi l’articolo di Chiara Romano sull’esperienza: http://www.programmallp.it/box_elenco.php?id_box=72&id_cnt=11&style=comenius&pag=1 Leggi l’articolo di Marta Carrozzo sull’esperienza: http://www.programmallp.it/box_contenuto.php?id_cnt=3373&id_from=11&style=comenius&pag=1

PROYECTO: “No me llames extranjero”. Textos que borran fronteras

Tra ottobre 2011 e giugno 2013, il Liceo Classico Statale  “F. Capece” è stato uno dei 4 Istituti  partner del  progetto Comenius multilaterale “No me llames extranjero. Textos que borran fronteras” che ha visto coinvolti  anche il Liceo Español “Luis Buñuel” di Neuilly-sur-Seine (Francia), l’Instituto “Cervantes” di Sofia (Bulgaria), il “Collège Saint Pierre-Saint Jean” di Parigi.

Il progetto ha interessato tutte le sezioni dell’Internazionale Spagnolo ed è servito anche ad intraprendere nuove avventure, cioè  il Comenius MIA, che riguarda la mobilità studentesca, ed un nuovo Comenius partenariato multilaterale,  Viajeras y viajeros, traductores y traductoras. Rutas y caminos que construyen Europa;  e, ancora, a mettere in contatto la sezione ESABAC del nostro Liceo con il Lycée Albert Camus di Bois Colombes (Parigi).

Lingua veicolare del progetto è stata lo spagnolo. Studenti e Docenti del nostro Istituto si sono recati in mobilità nei vari Paesi per tre volte, lavorando a prodotti quali guide turistiche, calendari, agende scolastiche, rassegne cinematografiche e blog nelle quattro lingue dei Paesi partner (spagnolo, italiano, francese, bulgaro) che mirassero a dimostrare come, a dispetto dell’apparente diversità, siamo tutti parte di uno stesso mondo.

Un esempio di prodotto può essere visionato nel seguente link:

http://comenius-capece2012.blogspot.com

Stage linguistico-culturale a Madrid (30 novembre – 4 dicembre 2013)

Gli studenti delle classi IV A, IV B e III D dell’indirizzo Internazionale parteciperanno ad uno stage linguistico-culturale a Madrid, organizzato nell’ambito del progetto Comenius MIA, dal 30 novembre al 4 dicembre p.v.

Relazione sullo stage:

Lo stage linguistico-culturale tenutosi a Madrid ed Alcalá de Henares, dal 30 Novembre al 4 Dicembre ha riscontrato un successo notevole.

I capeciani davanti al museo del Prado (foto 1)

I CAPECIANI DAVANTI AL MUSEO DEL PRADO

Gli studenti della IV B Internazionale, insieme alle professoresse Estrella Altuzarra e Fabrizia Alemanno, hanno visitato a Madrid il Museo del Prado e il Parlamento spagnolo. Hanno anche visitato i luoghi più conosciuti quali la Puerta del Sol, la Plaza Mayor, il Parco del Retiro, la Plaza de la Cibeles, il Comune, ecc., facendo particolare attenzione agli aspetti storico-artistici e culturali in generale. Inoltre, particolare interesse ha riscontrato la degustazione di alcuni piatti della gastronomia spagnola, come la paella, il chocolate con churros e le tapas.

capeciani davanti al Parlamento (foto 2)

I CAPECIANI DAVANTI AL PARLAMENTO

Uno del Laboratori linguistico-culturali (foto3)


Ad Alcalá de Henares, cittadina che vede i natali di Miguel de Cervantes, si sono tenuti  laboratori linguistico-culturali presso il Colegio Gredos San Diego Alcalá, basati su un primo approccio alla lingua italiana  e sulla presentazione dei luoghi di provenienza;  il Laboratorio sulla formazione della Cittadinanza europea  ha presentato il background storico della formazione del Parlamento inglese,  completato con una esposizione in lingua italiana e in lingua spagnola di un articolo della Costituzione Europea che tratta dell’istruzione. L’ultimo laboratorio consisteva in una lettura, in spagnolo con la traduzione fatta da Vittorio Bodini in italiano, di un episodio tratto da Lazarillo de Tormes .

L’incontro con gli studenti spagnoli è stato fruttifero, ma anche divertente; non sono mancati canti e pizzica.

Mi viaje a Madrid y Alcalá de Henares

 Luigi Scarpa

(Luigi Scarpa es un alumno de la Sección Internacional Ítalo-española. Es un chico de IV B. Esta clase ha gozado este año, durante tres meses, de la presencia de dos alumnos del Liceo Español Luis Buñuel de París. Este intercambio ha sido más que positivo para toda la clase, y no solo, ha traído mucho aire fresco y dinamismo. La estancia de estos becarios de la Movilidad Individual Comenius -de la que ya hemos dado cuenta en esta web del Liceo Capece- se concluyó con un hermoso y fructífero viaje de estudios a Madrid y Alcalá de Henares, realizado no solo por la clase de acogida, es decir, IV B, sino también por el alumnado del centro que disfruta en la actualidad del Proyecto Intercultura. Los estudiantes elaboraron, al final de la experiencia, unas reflexiones sobre ella, y para ello realizaron diferentes redacciones. Hemos seleccionado la de Luigi Scarpa por sus chispas de humor, por su deliciosa frescura, por su sencillez y, sobre todo, porque creemos que ha sido capaz de vivir de forma abierta y generosa la experiencia en común).

El viaje, aunque fue bastante largo, fue muy tranquilo e interesante.

Immagine

 

Yo estuve sentado en el tren con Pepa, Stéphane y Alex y durante todo el viaje hablamos de todo para no cansarnos. Llegamos a Bolonia donde, rápido, nos fuimos al aeropuerto y esperamos el avión. Me habría gustado visitar Bolonia porque es una ciudad muy interesante. El viaje en avión lo pasé durmiendo. Llegamos a Madrid más o menos a las 20:30 y nos fuimos al hostal que, diferentemente de lo que pensaba, era muy bonito y nosotros, los chicos, teníamos también el baño en la habitación.

A diferencia de mucha gente, yo amo la cebolla y el ajo y, sobre todo, no tengo problemas en adaptarme a la comida y puedo afirmar que me gustó mucho todo lo que comimos (sobre todo la paella, las tapas y el guisado de carrilleras), dejando aparte los “papardeli” que me comí lo mismo.

Fuimos al Museo del Prado donde observamos algunas pinturas renacentistas y barrocas y del s. XVIII, por ejemplo las de Velázquez y las de Goya. El clima que había en aquellos cuadros es precisamente lo que estudiamos en literatura en el barroco: estaba presente en los cuadros barrocos, evidente, el tema de la muerte y de la decadencia. Me gustó mucho visitar este Museo y me gustaría volver a visitarlo más tranquilamente porque es tan grande que un día no es suficiente para apreciar todas sus riquezas.

Una cosa que me gustó, también, fue pasear por Madrid que, sobre todo el sábado, es una ciudad bellísima y rara. Me gustan las cosas raras, como, por ejemplo, ver a un hombre que da un paseo con su cerdo o ver a un chico que, “con engaño”, como el Lazarillo, sin pagar el billete del autobús, estaba agarrado detrás de éste para llegar a su destino. Y también es raro ver a los chicos que te venden cerveza por la calle. Aunque Madrid sea una ciudad muy grande parece que nunca te deja solo y que te hace siempre compañía. Visitamos también Alcalá de Henares y tuvimos la suerte de tener como guía la profe de Historia del Colegio Gredos que nos enseñó la ciudad de Cervantes y también su casa. Allí hablé con Javi, el profe de Filosofía del Colegio Gredos, que me pidió que le hablase un poquito mi dialecto y, no sé cómo, pero entendió lo que le dije.

 Immagine

 

La cosa más interesante fue la visita al Parlamento que, ocasionalmente, estaba abierto al público. Yo creo que no es cosa de cada día visitar y ver con los propios ojos una estructura tan importante y tampoco que te hagan una entrevista en la Cámara de los Diputados. Ver todas aquellas riquezas, todo el oro y la elegancia, el lujo y, sobre todo, el lugar donde se hacen las leyes que gobiernan un país, es una experiencia única.

Luigi Scarpa entrevistado en el Congreso de los Diputados

Luigi Scarpa entrevistado en el Congreso de los Diputados

Fuimos al Colegio Gredos San Diego Alcalá para hacer unos talleres: es un cole maravilloso creado por profesores, en el que desde los tres años se empieza a aprender, también en inglés, y los profesores son jóvenes. Hay muchas actividades y estructuras interesantes allí, por ejemplo, hay un patio enorme donde se puede jugar al fútbol, al baloncesto, al tenis, a balonvolea y también hay piscina y un bar. Pero, también, hay muchas reglas oprimentes que no me gustaron. En este cole les enseñamos a nuestros compas españoles las palabras y las expresiones más importantes en italiano y ellos las aprendieron, después les hablamos de la Unión Europea, seguimos hablando, en inglés, de los siglos XVI y XVII en Inglaterra, desde el reinado de Isabel I hasta la restauración. Terminamos leyendo un episodio del Lazarillo y yo, mientras lo interpretaba con Alex, ¡me puse todo rojo por la vergüenza! He conocido bastante bien al novio de Pepa, Juan, y a su hermana Esmeralda y debo decir que son chicos listos e inteligentes y que me he encontrado bien con ellos.

Immagine

 

Estar en España me ha hecho entender, comparando la gente italiana con la española, qué tontos y payasos son los italianos cuando quieren parecer los mejores. Los españoles no dan mucha importancia al exterior, sino al interior de una persona y se burlan cuando tienen que burlarse, cuando tienen que estar serios lo están, a diferencia de los italianos que toman todo como juego.

Puedo decir claramente que Madrid es la mejor ciudad que he visitado y creo que, si llegara a diplomarme, me iría allí a conseguir mis estudios, al conservatorio para aprender la guitarra flamenca.

 

PRESENTACIÓN DEL PROYECTO COMENIUS  2013/2014 -2014/2015

 

Dal 13 al 17 di novembre 2013 il nostro liceo ha partecipato  al 1º incontro di coordinamento del progetto COMENIUS il cui titolo è “Viajeras y viajeros. Traductores y traductoras. Rutas y caminos que construyen Europa”, che si è tenuto a Parigi. Insieme a noi – che rappresentavamo l’Italia – hanno partecipato:

–          L’Istituto bilingue Miguel de Cervantes di Sofia, in rappresentanza della Bulgaria.

–          Il Lycée Albert Camus in rappresentanza della Francia.

–     il Liceo Luis Buñuel in rappresentanza della Spagna, anche se la sua sede si trova a Parigi,  centro coordinatore di questa Partenariato multilaterale Comenius.

In questo primo incontro si sono alternati momenti di convivialità, di formazione e di intenso lavoro che ci hanno permesso di porre  le basi del progetto che si concluderà nel giugno 2015.

Uno dei punti importanti, fra tanti altri, su cui si è lavorato, è l’idea di creare una guida per i giovani fatta dai giovani  che, seguendo la traccia del progetto, permetta ai nostri alunni di diventare cittadini del mondo, così da far cadere le diverse barriere non soltanto culturali, ma anche ideologiche, di genere,…e di migliorare  le conoscenze linguistiche e culturali. Infatti, anche se la lingua veicolare è lo spagnolo, l’uso di altre lingue avrà importanza fondamentale visto le caratteristiche dei partner e dei loro alunni.

Un altro punto importante di questo progetto è che al suo interno prevede 3 mobilità nel corso dei due anni che coinvolgeranno ogni volta almeno 12 alunni di ogni paese.

Noi saremo i primi ad accogliere tra la fine di maggio ed i primi di giugno 2014.

Vi terremo informati.

Immagine

Incontro di coordinamento

Immagine

Giornata di chiusura

 

 

 

 

 

 

 

Alle Terze Classi dell’Internazionale Progetto COMENIUS Viajeras y viajeros, traductores y traductoras: rutas y caminos que construyen Europa. Martedì 11 marzo, alle ore 9,05 , le classi indicate sono convocate in Aula Magna per un incontro informativo sul processo di selezione……..Circolare n 244

Nelle ultime settimane si è provveduto a selezionare gli alunni che parteciperanno alle mobilità programmate all’interno del Progetto Comenius. Per tale motivo le classi terze dell’Internazionale sono state convocate l’8 marzo 2014 in Aula Magna per in incontro informativo sul processo di selezione e per impartire le prime disposizioni relative ai lavori da svolgere all’interno del suddetto progetto.

FILE 1. Doc. criteros selección de alumnado para movilidades asociación multilateral Comenius Maglie FILE 2. LISTA DE ALUMNOS SELECCIONADOS PARA MOVILIDADES ASOCIACIÓN MULTILATERAL COMENIUS con suplents

Inoltre, in relazione al Progetto Comenius e con il fine di coinvolgere il maggior numero possibile di alunni, sono stati indetti tre concorsi: uno di racconti brevi, uno fotografico e infine uno per la creazione del logo del progetto.

Concorso di racconti brevi:

La SEZIONE INTERNAZIONALE AD OPZIONE SPAGNOLA, nel suo obiettivo di diffondere e promuovere la lingua e la cultura spagnola come stabilito nella normativa che la regola, INDICE il I Concorso di Racconti Brevi, con l’augurio che questo sia il primo di tanti altri. Nasce, quindi, con la volontà che perduri nel tempo indipendentemente da chi lo promuove. Questo primo Concorso, che tratta il tema del Viaggio, ogni tipo di viaggio (luoghi che visitiamo, reali, immaginari, letterari, città fantastiche, crescite interiori,…) lo inseriamo all’interno del Progetto Comenius 2013-2015 dal titolo “Viajeros, viajeras. Traductores, traductoras. Rutas y caminos que construyen Europa”. Ogni tipo di viaggio, qualsiasi esso sia, come ogni nostra esperienza, merita di essere vissuto. Come dice Antonio Tabucchi nel suo libro VIAGGI E ALTRI VIAGGI: “Un luogo non è mai solo “quel” luogo: quel luogo siamo un po´ anche noi. In qualche modo, senza saperlo, ce lo portavamo dentro eun giorno per caso, ci siamo arrivati”. Il bando scade il 3 maggio 2014. Gli elaborati saranno consegnati alla prof.ssa. M. Teresa Haro Hernández. Le regole del concorso si trovano nel documento allegato alla presente circolare….

Circolare n 290

Progetto Comenius. CONCORSO per LA CREAZIONE DI UN LOGO

All’interno del Progetto Comenius dal titolo “Viajeras y viajeros, traductores y traductoras: rutas y caminos que construyen Europa”, e con l’obiettivo di coinvolgere il più ampio numero di Studenti possibile, si convoca un concorso per la creazione di un LOGO. Il tema da affrontare è lo stesso del titolo del Progetto. Il bando scade il 3 maggio 2014. Gli elaborati saranno consegnati al prof. Angelo Pulgarín. Le regole del concorso si trovano nel documento allegato alla presente circolare… Circolare n 291

Progetto Comenius. CONCORSO DI FOTOGRAFIA

All’ interno del Progetto Comenius dal titolo “Viajeras y viajeros, traductores y traductoras: rutas  y caminos que construyen Europa”, con l’obiettivo di coinvolgere il più ampio numero di Studenti  possibile, si indice un concorso di fotografia. Il tema da affrontare è IL SALENTO, sempre in relazione al titolo del Progetto. Il bando scade il 3 maggio 2014. Gli elaborati saranno consegnati al prof. Angelo Pulgarín. Le regole del concorso si trovano nel documento allegato alla presente circolare…

Circolare n 292-concorso di fotografia

PROGETTO LEONARDO

Il Liceo Capece  partecipa con altri 8 Istituti di Istruzione Secondaria Superiore al partenariato multilaterale ”Reach Out 3^ Edizione”, acronimo ROED3, progetto LEONARDO, con Istituto capofila l’IISS di Ceccano (FR  ) che favorisce la mobilità transnazionale Initial Vocational Training degli Studenti.

Il progetto assegna  al nostro Istituto 5 borse ad altrettanti Studenti che frequentano il III anno nell’a.s. 2013/2014 e che vogliano recarsi all’estero per un’esperienza lavorativa di 3 / 4 settimane che si svolgerà in lingua inglese.

La partenza avverrà tra settembre 2014 e maggio 2015.

I Paesi in cui si svolgerà tale esperienza sono :  Bulgaria (Sofia e Pazardzhik), Polonia (Varsavia), Turchia (Kahramanmaras), Spagna (Valencia, Salamanca), Portogallo (Barcelos), Francia (Montlucon), Gran Bretagna (Plymouth, Derry), Germania (Chemntz), Grecia (Atene), Finlandia (Hyuvinkaa).

A breve saranno resi noti i nomi degli Studenti che si sono aggiudicati il contributo europeo, comprendente volo A/R, accoglienza, vitto, alloggio, visite culturali.

Circolare n 288: GRADUATORIA PROVVISORIA PROGETTO “LEONARDO” – ROED 3

Graduatoria definitiva Progetto Leonardo – Si comunica la graduatoria definitiva del Progetto Leonardo da Vinci “ROED3”; si tratta degli Studenti che hanno presentato la documentazione richiesta entro i termini stabiliti (7 aprile), mentre gli Studenti inclusi nella graduatoria provvisoria, ma che non hanno presentato la documentazione richiesta, ne sono stati esclusi. I primi 5 Studenti, indicati in neretto, si aggiudicano le borse per un’esperienza di lavoro all’estero nell’a.s. 2014/2015, gli altri costituiscono le riserve; si attingerà alla graduatoria delle riserve qualora qualcuno dei primi 5 dovesse rinunciare all’esperienza. Il 29 aprile p.v., prevedibilmente, si terrà un incontro con la Docente Referente del Progetto presso la scuola coordinatrice IISS di Ceccano (FR), prof.ssa Mariella Basile. Se ne darà conferma con successiva circolare…….Circolare n 316

Convocazione riunione via Skype progetto Leonardo ROED3….Circolare n 396 

 

 

YOUTH IN ACTION: PROGETTO BON APPÉTIT

 (Docente referente: Prof.ssa A. Mangia)

Relazione di Samuele Blasi, IV A Internazionale

Durante il corrente anno scolastico, il Liceo Capece ha proposto agli studenti  di quarto anno frequentanti l’indirizzo Internazionale ad opzione spagnola  un  progetto interculturale  in Spagna, precisamente a  Benicásim (Valencia) dal 2 al 9 Marzo, in collaborazione con l’associazione culturale JOIN di Corigliano d’Otranto e nell’ambito del programma europeo  Youth in Action. Il progetto, chiamato “Bon Appétit“, era un’occasione fantastica  che certamente non potevamo rifiutare e prevedeva la partecipazione di 5  studenti, scelti in base a criteri di merito.

C on nostra grande felicità, dopo esserci candidati insieme a tanti altri studenti , siamo stati scelti! Ecco i fortunati: Nicola De Vitis (4B Internazionale), Francesca Carlino (4B Internazionale), Katia De Luca (4C Internazionale), Serena Rizzo(4A Internazionale) e io, Samuele Blasi (4A Internazionale). L’euforia per la partenza ci divorava perché non vedevamo l’ora di stare per una settimana  in Spagna, il sogno che desideravamo dal primo giorno in cui siamo entrati in questa scuola.  Il progetto, realizzato con i Fondi Europei, ci garantiva vitto e alloggio completamente gratis e il rimborso del biglietto aereo del 70%.

 Il progetto affrontava il tema dell’educazione alimentare in una prospettiva interculturale e prevedeva oltre alle varie attività, la realizzazione di  un  libro di ricette tipiche dei paesi coinvolti, ovvero Spagna, Italia, Francia, Cipro, Grecia e Olanda, ognuno partecipante con 5 giovani. Durante la settimana abbiamo stretto amicizia con i vari ragazzi di ogni Paese, che a mio avviso erano fantastici. Una giornata tipica si svolgeva  così: ci si svegliava verso le 9, si faceva colazione, si facevano diversi  giochi divertenti che ci aiutavano in qualche modo a “svegliarci”, pranzavamo verso  le  14.00 (come d’abitudine per gli spagnoli), poi avevamo del tempo libero per scendere in spiaggia (si trovava a due minuti dall’ostello!)  ed alle 16.30 cominciavano le varie attività previste dal progetto,  sempre nuove, e la sera si partecipava alla serata interculturale, durante la quale si degustavano i prodotti tipici di ogni Paese.  Tra le molteplici attività che ci hanno coinvolto, ci sono rimasti  impressi i dibattiti sulla differenza tra il fast food e il cibo salutare e in particolare, la preparazione dei cibi tipici di ogni nazione, grazie ai quali  ci siamo cimentati nel mondo della cucina, divertendoci.  Inoltre, alla fine dello scambio, ci é stata consegnata una certificazione (Youth Pass) che sarà utilissima ai fini dell’introduzione nel mondo del  lavoro.

 É stata sicuramente un esperienza fantastica che proporrei a tutti gli studenti, un’occasione per conoscere di più su tanti Paesi europei ,fino a quel momento a noi sconosciuti, sui   prodotti tipici di ogni Paese, sui loro  stili di vita ed abitudini culturali e alimentari e soprattutto un’opportunità per praticare le lingue inglese e spagnola, che studiamo a scuola,  in una prospettiva interculturale. Samuele

imageimage